Questo portale utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.


LICEO STATALE 
"LEONARDO DA VINCI"
Scientifico - Classico - Scienze Umane

Presentazione del volume «Per la Via Appia tra i Monti Ausoni e Aurunci» di Lorenzo e Stefania Quilici

 COPERTINA

Venerdì 19 maggio 2017, alle ore 17,30 presso la Biblioteca del Liceo “Leonardo da Vinci” di Terracina, verrà presentato dagli Autori, Lorenzo e Stefania Quilici, il nuovo volume Per la Via Appia tra i Monti Ausoni e Aurunci, pubblicato da Claudio Grenzi Editore.
L’iniziativa, organizzata dalla Libreria BookCart di Terracina in collaborazione con il Liceo, intende promuovere la conoscenza e la valorizzazione del tratto dell'importante strada romana che attraversa il nostro territorio.

Il percorso dell’Appia da Terracina a Itri è uno dei più spettacolari dell’intero tracciato, da Roma fino a Brindisi. Oltre ad annoverare bellissimi monumenti, è straordinariamente arricchito dal paesaggio e dall’ambiente in cui corre: tra i canali di Terracina, le rupi dei Monti Ausoni ed Aurunci, il lago e la piana di Fondi, le gole di Itri. La via antica, spesso ancora magnificamente terrazzata e lastricata, è affiancata da complessi di prima grandezza, che hanno fatto la storia dell’architettura antica, attraversa per di più città stupende, scrigno d’opere d’arte, quali Terracina, Fondi e Itri. Proprio l’aspetto così unico, monumentale e paesaggistico di questo tratto della via, tra i Monti Ausoni e Aurunci, ha ispirato la pubblicazione del volume: perché, come affermano gli Autori, questa storia stupefacente venga compresa da chi ha la fortuna di abitare o di percorrere questi territori; perché la maturazione di una coscienza civile possa continuare ad essere di stimolo al recupero di tanti monumenti e paesaggi; perché nessuno si volti dall’altra parte davanti a incuria e distruzioni e ognuno si impegni a fare tutto quello che può.

Lorenzo Quilici ha insegnato dal 1990 al 2010 nell’Università di Bologna, come Professore Ordinario di Topografia dell’Italia Antica. Nello stesso Ateneo è stato Direttore dell’Istituto di Archeologia e Coordinatore del Dottorato in Topografia Antica. Numerosi i progetti dei quali è stato Responsabile Scientifico, Direttore di Ricerca e Coordinatore Nazionale (Progetti di Rilevante Interesse Nazionale del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica; Progetto Finalizzato Beni Culturali del Consiglio Nazionale delle Ricerche), volti allo studio e ricostruzione diacronica della forma del territorio e alla redazione di Carte archeologiche. Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 1969 al 1990, ha svolto la propria attività prima nell’Istituto per gli Studi micenei ed egeo-anatolici, poi nel Centro di Studio per l’Archeologia etrusco-italica.
Stefania Quilici Gigli ha insegnato dal 1995 al 2016 nella Seconda Università degli Studi di Napoli, quale Professore ordinario di Topografia Antica. Nello stesso Ateneo è stata Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dal 2000 al 2008, ha diretto il Dipartimento di studio delle componenti culturali del territorio dal 1997 al 2000 e dal 2008 al 2012 e la Scuola di Dottorato in Scienze Umane e Sociali. Dirige la Scuola di Specializzazione in Beni archeologici interuniversitaria (Università Suor Orsola Benincasa - Università della Campania “Luigi Vanvitelli”).
Entrambi gli Autori sono soci di prestigiose Accademie nazionali e straniere e hanno pubblicato centinaia di studi archeologici di carattere strettamente scientifico o di alta divulgazione, sia in forma di articolo che di monografia.